Parco avventura Selva del Buffardello, l’adrenalina è di casa a San Romano in Garfagnana

Tra le tante attrazioni che il territorio offre per gli appassionati di turismo esperienziale una delle più celebri è il parco avventura Selva del Buffardello nel comune di San Romani in Garfagnana.

Divertimento per tutti (almeno che è alto 1 metro), grandi e piccini, all’interno di un’area dove il contatto con la natura non manca dal primo all’ultimo momento. Immerso in uno dei boschi che incorniciano il comune di San Romano in Garfagnana, infatti, c’è il parco avventura Selva del Buffardello, uno dei parchi divertimento più longevi d’Italia con i suoi 15 anni di attività.

Manuel Bini, Matteo Zanetti e Valentina Sugo sono i fondatori, gestori e adetti all’accoglienza degli ospiti e in questo contenuto vi portano alla scoperta del parco che curano e dei percorsi che offre.

La sicurezza prima di tutto

Questo parco è aperto a giovani e adulti ed è suddiviso in un’area dedicati ai piccini, ovvero i bambini che raggiungano il metro di altezza e i più grandi, dal metro e quaranta in poi. Ogni sessione parte con un briefing necessario per garantire la sicurezza dei clienti sui percosi, dove vengono spiegate tutte le procedure da seguire. Nessuno può partire a meno che gli istruttori non siano a loro volta sicuri.

La parte dei bambini prevede 3 diversi percorsi: quello giallo, dove i bambini possono prendere confidenza con i percorsi; l’arancione che li porta ad interfacciarsi con diversi tipi di passaggi; mentre il viola è quello più complesso, ma che comunque tutti riescono a superare.

Non solo percorsi

Il parco avventura Selva del Buffardello non offre solo percorsi per le categorie citate, ma anche spazi adatti al resto della famiglia, magari con bambini piccoli al seguito. Non manca, infatti, un’ampia area giochi con altalene, scivolo, box con sabbia e giochi a molla. In più ci sono anche le balance bike, le biciclettine che possono essere usate per far muovere i primi “passi” sulle due ruote.

Sempre per le famiglie c’è un’ampia area attrezzata con tavoli, panche e BBQ per trascorrere una giornata immersi nella natura dei boschi all’interno dei quali si sviluppa il parco. Il bar, invece, offre un bagno con nursery e fasciatoio dedicato ai bambini per il cambio pannolini.

Più facile e più difficile

Lo spasso arriva con i percorsi verde, blu, rosso e nero, dove potersi mettere alla prova tra carrucole, ostacoli, passaggi sospesi e salti. Le colorazioni, come per le piste da sci, denotano la difficoltà del percorso. Ognuno dei 4 è alla portata di tutti, ma i due da non prendere sotto gamba sono il rosso, che si divide in due sezioni e il nero.

Quest’ultimo richiede almeno 2 ore per essere svolto e il consiglio dell’istruttore è di non lasciarsi questo percorso come ultimo della giornata. In ogni caso potrete sempre contare sul personale che saprà assistervi e consigliarvi nei passaggi più complessi, regalandovi una giornata all’insegna della natura e del movimento, in un contesto che ha tante altre attrazione da offrire.

Related Post
Leave a Comment
Recent Posts