San Pellegrino in Alpe, la gemma dell’Appennino | Alle Origini della Garfagnana EP.1

Ecco on line il primo episodio dedicato ai maggiori luoghi di interesse storico culturale in Garfagnana, protagonista San Pellegrino in Alpe

Unico, inimitabile e dal fascino intramotabile. Negli ultimi anni San Pellegrino in Alpe è stato un vero e proprio motore per il turismo in Garfagnana, capace di attirare turisti da ogni dove grazie alla sua posizione strategica e all’offerta non solo dal punto di vista culturale, ma anche esperienziale. Fa parte delle frazioni del comune di Castiglione di Garfagnana arroccate sui contrafforti dell’Appennino Tosco-Emiliano ed è uno dei luoghi che vale la pena visitare in ogni stagione, soprattutto autunno e inverno.

Non poteva assoluatamente mancare all’interno di questa prima stagione di “Alle Origini della Garfagnana” e proprio la sua posizione dominante a livello geografico ha fatto sì che diventasse l’apripista. Con Virginia Fabbri, guida turistica e presentatrice delle 4 puntate che, lo ricordiamo, andranno in onda ogni lunedì alle 19 fino al 15 febbraio, abbiamo deciso di approfondire l’aura di mistero che ruota intorno al luogo, date le tante leggende di cui è protagonista il patrono San Pellegrino, da cui il paese prende il nome.

Cultura, ma non solo

Questo piccolo villaggio dove il tempo sembra essersi fermato è forse il luogo migliore per spiegare la strategia che ha animato questa serie. La Garfagnana è colma di mete dall’alto valore culturale e già questo basterebbe per avvicinare e richiamare un discreto numero di potenziali turisti. A noi, però, non basta e visto che al centro della nostra offerta c’è il turismo esperienziale abbiamo deciso di mettere in risalto come le cornici che circandano questi luoghi abbiamo moltissimo da offrire per gli amanti delle attività all’aperto.

Il crinale che sovrasta il paese di San Pellegrino in Alpe, infatti, può essere considerato come uno dei parchi giochi più grandi di tutta la Garfagnana. Questo non solo è collegato ad altri borghi o località (Casone di Profecchia, Sillico), ma offre un sacco di spazio per praticare attività disparate, come trekking, escursionismo, MTB, aeromodellismo, parapendio e altro ancora. Mentre d’inverno si trasforma in un paradiso per gli appssionati delle attività su neve, come ciaspolate e sci alpinismo.

Insomma, godetevi questo primo episodio e magari prendete ispirazione per organizzare le prossime vacanze. Buona visione.

Related Post
Leave a Comment
Recent Posts